Cos’è Google My Business?

come-rendere-perfetto-il-sito-del- to hotel- weblovers-
Come rendere perfetto il sito web di una struttura ricettiva
20 febbraio 2018
giornata internazionale della felicità
Giornata Internazionale della Felicità: la Finlandia vince il primato
20 marzo 2018
cos'è google my business - weblovers - blog

Con Google My Business i proprietari delle attività locali possono creare gratuitamente la scheda della propria attività online. Si tratta di uno strumento messo a disposizione da Big G, che consente agli utenti di trovarti su Google e su Google Maps quando cercano la tua attività o simili alla tua.

Perché utilizzare Google My Business?

  • per mostrare le informazioni principali della tua attività: orario di apertura, numero di telefono e indicazioni stradali;
  • per incentivare gli utenti a visitare la tua attività aggiornandoli attraverso la condivisione delle ultime novità delle offerte e delle promozioni speciali;
  • per attirare più clienti condividendo aggiornamenti ed offerte direttamente sulla tua scheda Google;
  • per scoprire come interagiscono con la tua attività: come ti hanno trovato, da dove vengono, quali sono i contenuti che hanno avuto maggiori interazioni;
  • per interagire con i clienti attraverso le loro recensioni.
>Scheda Google My Business: come crearla?

Il primo passo da compiere per il corretto funzionamento di Google My Business è la creazione o rivendicazione di un account Google. Consigliamo di utilizzare l’account collegato al tuo business e non quello personale, quindi non mariorossi@gmail.com ma ristorantedamario@gmail.com.  In caso di schede aziendali duplicate, puoi contattare il team dell’assistenza Google My Business e chiedere  di eliminare le varie schede o di unirle.

Per verificare se la scheda è stata già creata o se bisogna crearne una ex novo, puoi effettuare una ricerca digitando il nome dell’attività e l’indirizzo.

Se la scheda non è presente puoi effettuare l’iscrizione compilando i campi richiesti da Google. In questa fase consigliamo di prestare bene attenzione all’inserimento del numero telefonico, perché potrebbe essere utilizzato da Google per verificare la proprietà dell’attività stessa.

La pubblicazione della scheda Google My Business richiede la verifica dell’account, che può essere fatto attraverso la richiesta di un coupon con un codice o una chiamata telefonica, che non è sempre disponibile.

Google My Business: quali contenuti inserire?

Una volta attivato l’account bisogna passare all’inserimento dei contenuti testuali e fotografici, in grado di attirare gli utenti quando ricercano la tua attività o una simile alla tua.

Contenuti fotografici
Per promuovere e dare autorevolezza alla tua attività consigliamo di utilizzare foto professionali e di alta qualità.  Di seguito alcuni consigli sull’inserimento delle immagini:

  • l’immagine del profilo deve rappresentare la tua attività, per questo motivo è preferibile inserire il logo  in un formato quadrato con dimensione 250×250 pixel;
  • l’immagine di copertina ha lo scopo di attirare nell’immediato l’attenzione degli utenti che atterrano sulla tua pagina. La dimensione consigliata è 2120×1192 pixel;
  • galleria fotografica (fatta sempre di immagini professionali e di qualità) in cui sono presenti foto dello staff, dei prodotti , dello store con dimensioni di 497×373 pixel o 150×150 pixel.

Contenuti testuali
Dopo aver inserito le immagini bisogna arricchire la pagina con i contenuti testuali, nell’inserimento delle informazioni fondamentali consigliamo di prestare attenzione alla descrizione dell’attività, che deve includere le vostre keyword e abbia all’interno dei link verso pagine strategiche del sito, agli orari di apertura e chiusura, alle informazioni di contatto ed alle categorie secondarie.


Google My Business: quali insight e metriche da considerare?

 

Google My Business mette a disposizione una sezione sugli insight, un insieme di dati che, se ben interpretati, possono aiutarti ad ottimizzare la strategia di local marketing della tua attività commerciale.

Le informazioni che provengono dalla sezione degli insight sono utili perché ci indicano:

  • il numero delle persone che hanno visitato il sito web,
  • quante persone hanno richiesto informazioni stradali per raggiungere la tua attività o il tuo negozio;
  • quante persone hanno chiamato al recapito indicato;
  • quante persone hanno visualizzato le foto.

Il primo dato utile che Google My Business fornisce riguarda le modalità con cui gli utenti hanno ricercato la vostra attività, queste informazioni ci consentono di conoscere come l’utente è arrivato sulla nostra scheda, quindi se direttamente oppure a partire da una ricerca su un prodotto/servizio.

Ulteriore informazione da prende in considerazione è il prodotto che utilizzano gli utenti per cercarci, se  attraverso Google Maps o la scheda di ricerca Google. La ricerca diretta della vostra attività da parte degli utenti indica un buon lavoro di branding a discapito della Local SEO. Invece, se i dati ci indicano che gli utenti sono arrivati non in maniera diretta, sarà consigliabile lavorare bene per potenziare le attività di awarness.


Pronto a portare la tua attività local sul web?

La cura nella gestione e nell’ottimizzazione delle informazioni aziendali su Google My Business rappresentano un ottimo investimento (gratuito) per la tua attività commerciale, senza queste informazioni sarà difficile farsi trovare sul web e quindi sul posto.

Ovviamente non utilizzare Google My Business sarà un vantaggio competitivo per i vostri concorrenci, che al contrario lo utilizzano e sono presenti con la loro attività local sul web.

Grazie per averci dedicato un pò del tuo tempo e se hai bisogno di altre informazioni per creare il tuo Google My Business contattaci.

Serena Guida
Serena Guida
Serena di nome ma non di fatto. Sono una viaggiatrice curiosa, maledettamente curiosa. Appena posso, preparo la valigia e parto. Il mondo del turismo e dei viaggi è stata sempre la mia passione e la base di ogni mia scelta, di studio e lavoro. Non so precisamente da dove è nata questa passione. Forse dalle ore attaccate al finestrino ad ascoltare i racconti di mia madre nei nostri lunghi viaggi in auto. E’ curiosità di scoprire quei luoghi raccontati che non mi fa mai stare ferma con la mente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *