In Svizzera per dormire sotto le stelle in un albergo senza stelle

smartify
Smartify, la nuova app per riconoscere le opere d’arte
21 marzo 2017
android- google-maps - video - guide locali
Arriva un nuovo compito per le Guide Locali: inserire video su Maps
19 settembre 2017
Null-Stern-Hotel - Gonten, Switzerland

Le stelle dell’Hotel sono quelle del cielo

Quelle che si vedono sdraiati sul letto della camera, senza mura e senza soffitti, adagiato tra le vette della Svizzera a 1.700 metri di altitudine. L’idea di due gemelli, Frank e Patrik Riklin, è stata quella di voler denunciare, utilizzando un tono originale, le contraddizioni del mondo moderno.

 

 

Una vera e propria suite a cielo aperto
Il Null Stern Hotel di Safiental conta già più di 1300 richieste di prenotazione da ogni parte del mondo. Ogni servizio è ridotto all’essenziale: c’è un pavimento, un letto matrimoniale, due comodini e due abat jour. Cosa manca? Mancano i muri, il tetto ed il bagno.

 

Ma nulla è lasciato al caso
A dieci minuti dal Null Stern Hotel di Safiental c’è un bagno pubblico ed un maggiordomo a disposizione, che porta una ricca colazione a base di sandwich e caffè. Nonostante il minimalismo estremo dei servizi, una notte sotto le stelle e completamente immersi nella natura costa 250 franchi svizzeri. Ovviamente è accessibile solo nelle stagioni calde ed in caso di maltempo si è costretti a disdire la prenotazione.

Ma i due fratelli sono già artefici di un altro progetto artistico, tra il 2008 e il 2010 hanno trasformato un ex bunker atomico in hotel, a Teufen, nel nord est della Svizzera. Un altro hotel a zero stelle, dove i turisti dormivano sottoterra, senza finestre telefoni o TV. Ora è diventato un museo e per una notte nel bunker bastavano 10 franchi svizzeri.

 

Per chi volesse prenotare
Null Stern
www.null-stern-hotel.ch
Safiental, Svizzera
safiental.ch
0041 81 630 60 16
info@nullsternhotel.ch

Serena Guida
Serena Guida
Serena di nome ma non di fatto. Sono una viaggiatrice curiosa, maledettamente curiosa. Appena posso, preparo la valigia e parto. Il mondo del turismo e dei viaggi è stata sempre la mia passione e la base di ogni mia scelta, di studio e lavoro. Non so precisamente da dove è nata questa passione. Forse dalle ore attaccate al finestrino ad ascoltare i racconti di mia madre nei nostri lunghi viaggi in auto. E’ curiosità di scoprire quei luoghi raccontati che non mi fa mai stare ferma con la mente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *