La camera d’albergo del futuro è firmata Marriot International

ciro ascione
Fake news, troll e internet: intervista con Ciro Ascione
29 novembre 2017
IoT-Room_Mirror-Image13

Hai mai pensato di trovarti in una camera d’albergo e fissare la sveglia con un comando vocale? O magari partecipare ad una lezione di yoga attraverso uno specchio interattivo? Il gruppo alberghiero Marriot International e due aziende leader nel settore, Samsung e Legrand, sono all’opera per lanciare la camera IoT (Internet delle Cose), fornita di sistemi responsive in grado di comunicare tra loro per migliorare il servizio degli ospiti e ottimizzare il lavoro dell’Hotel.

Le camere del futuro sono quelle intelligenti

Le stanze del futuro saranno più intuitive ed interattive, Marriot desidera offrire ai suoi ospiti un’esperienza unica ed innovativa negli hotel dei suoi 30 brand. La tecnologia sviluppata dall’Iot Guestroom Lab consente all’utente di esaudire le sue richieste attraverso comando vocale o app. “I nostri ospiti desiderano personalizzare praticamente tutto nella loro vita, compresa la loro esperienza in hotel”, ha detto Stephanie Linnartz, Global Chief Commercial Officer di Marriott International. “Facendo squadra con i migliori partner del settore, puntiamo sulla tecnologia mobile e voice-enabled per permettere ai nostri ospiti di prenotare la stanza più vicina ai loro bisogni – per esempio che ricrei un ambiente di relax d’avanguardia o che consenta la massima produttività per coloro che viaggiano per lavoro”.

camer-del-futuro-marriot-samsung-legrand

E cosa cambia per gli Hotel?

Marriot sta lavorando per semplificare ed ottimizzare il lavoro in hotel, i proprietari alberghieri infatti potranno contare su soluzioni end-to-end senza interruzioni e flessibili, che richiedono l’utilizzo di apparecchiature semplici e che consentono di offrire all’ospite un’esperienza integrata e personalizzata.

camere d'albergo-Marriot-Samsung-Legrand

La notizia vi ha incuriosito? Prossimamente nei Marriot Hotel

IoT Guestroom, Marriot e Samsung analizzeranno i feedback dopo tre mesi per poi continuare ad utilizzare la tecnologia IoT. Nei prossimi cinque anni sarà possibile trovare elementi di tecnologia innovativa nelle stanze di hotel.

Serena Guida
Serena Guida
Serena di nome ma non di fatto. Sono una viaggiatrice curiosa, maledettamente curiosa. Appena posso, preparo la valigia e parto. Il mondo del turismo e dei viaggi è stata sempre la mia passione e la base di ogni mia scelta, di studio e lavoro. Non so precisamente da dove è nata questa passione. Forse dalle ore attaccate al finestrino ad ascoltare i racconti di mia madre nei nostri lunghi viaggi in auto. E’ curiosità di scoprire quei luoghi raccontati che non mi fa mai stare ferma con la mente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *