Recensione Philips Shaver S9031/13. Delicato e deciso allo stesso tempo

wearable
Wearable. Sarà boom entro il 2017
5 novembre 2014
spot-natale
I video virali più belli del Natale 2014
16 novembre 2014
philips-s903113

Mai avevo utilizzato un rasoio elettrico.
Quando il sito trnd mi ha proposto di testare uno dei rasoi della gamma Philips Shaver 9000 ero un po’ scettico.
Non perché non mi fidassi della marca (è bastato googlolare un po’ per scoprire che Philips insieme a Braun è la marca migliore nel panorama dei rasoi elettrici), ma semplicemente perché temevo irritazioni o arrossamenti della mia pelle, non abituata a tale tipo di rasatura.

Philips nella presentazione della gamma promette una rasatura impeccabile e senza irritazioni.
La gamma è così composta:

  • Philips Shaver 9000 S9031/13 con Precision Trimmer;
  • Philips Shaver 9000 S9161/42 con Beard Styler;
  • Philips Shaver 9000 S9511/32 con Beard Styler e Jet Clean System.

Io ho testato il primo, un entry level adatto proprio a chi si avvicina per la prima volta al mondo dei rasoi elettrici.
Il rasoio si presenta estremamente gradevole, grazie ad un design ergonomico, con un comodo display che segnala batteria rimanente, quando deve essere lavato ed eventuali anomalie.
Inoltre lo stesso è molto leggero e maneggevole.

Il Philips S9031/13 Rasoio SHAVER Series 9000 si può utilizzare sia con schiuma da barba, che su pelle bagnata o asciutta.

Il primo utilizzo (per i suddetti timori di arrossamento) l’ho effettuato proprio con schiuma da barba. E qui c’è stata la prima gradevole sorpresa: il rasoio scorre delicatissimo e quasi non si avverte il suo passaggio.
Il Philips Shaver scivola agevole anche nei punti più difficili, come il collo. Per una migliore efficacia è necessario effettuare dei movimenti circolari: dopo un po’ il movimento diventa quasi automatico. Per una buona rasatura è necessario effettuare più di un passaggio, ma la pelle non ne risente.

La rasatura al termine risulta davvero impeccabile. E, come accennato, la pelle non presenta né arrossamenti né irritazioni. Dopo il primo utilizzo ho cominciato ad usare il rasoio semplicemente sulla pelle bagnata, evitando la schiuma da barba ed il risultato è rimasto altamente soddisfacente.
Unico neo è che non riesco a regolare bene le basette e per le finiture mi affido ancora al rasoio tradizionale.

Capitolo finale, la batteria: il suo sistema cordless garantisce un’autonomia di oltre 50 minuti con un tempo di ricarica di un’ora. Se si è sbadati, inoltre, esiste un sistema di ricarica rapida che garantisce il tempo di una rasatura.

In sintesi, prodotto promosso a pieni voti.

Francesco Gaetano Caolo
Francesco Gaetano Caolo
Web marketer, esperto SEM e Social Media, copywiter e -ormai a tempo perso- giornalista. Cerco di non rimanere mai senza parole per non rimanere senza lavoro. Amo l’internet perché è vera vita e non second life.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *