Il Prosciutto di Parma non paga i diritti sulla musica?

your-digital-gianluca-punzi
In viaggio con yourDIGITAL
18 ottobre 2016
pubblicita-natale-2016
Le più belle pubblicità del Natale 2016
20 novembre 2016
Prosciutto di Parma

Qualche giorno fa Repubblica ha pubblicato un bel video che descrive i luoghi ed i metodi di preparazione di un’eccellenza enogastronomica made in Italy: il Prosciutto di Parma.

Il video è bucolico. Si parte dalle colline di Torrechiara, si continua coi prosciuttifici e le sapienti mani degli addetti che seguono la lavorazione dei prosciutti passo passo.

Tutto molto bello, tutto ben fatto. La promozione del prosciutto e del territorio parmense è ben servita.
O no?

Nel video infatti c’è una grossa stonatura. Il termine è quantomai esatto, considerato che stiamo parlando della colonna sonora.
La musica è la classica che possiamo trovare cercando sulle banche dati di musica royalty free cercando le chiavi di ricerca “epic” o “emotional”.

E in effetti proprio da una banca dati proviene la colonna sonora.
Come lo sappiamo? Semplicemente perché qualcuno si è dimenticato di eliminare il soundmark.
Durante tutto il video si sente chiaramente, infatti, “Audiojungle”, la firma della banca dati musicale di Envato.

A discolpa del Consorzio Prosciutto di Parma, tuttavia, c’è da dire che l’audio è stato acquistato.
Basta andare sul canale ufficiale, difatti, per trovare il post con la musica “pulita” e con altre migliorie grafiche.

Di chi è stato l’errore allora?
Non possiamo saperlo. Forse di un solerte ufficio stampa che ha inviato una demo alle testate giornalistiche.
In ogni caso possiamo parlare di un “Fail” per il consorzio parmense. Forse non proprio Epic.
Diciamo un “Emotional Fail”.

Francesco Gaetano Caolo
Francesco Gaetano Caolo
Web marketer, esperto SEM e Social Media, copywiter e -ormai a tempo perso- giornalista. Cerco di non rimanere mai senza parole per non rimanere senza lavoro. Amo l’internet perché è vera vita e non second life.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *